Come gestire un bar a Roma

Come ristrutturare e gestire un bar a Roma? Aprire un’attività del genere nella Città Eterna può essere un colpo vincente oppure può rivelarsi un totale fiasco… Ma quindi come fare per garantirsi il successo del proprio bar? Jin Meizhao, consulente per la gestione di bar e ristoranti a Roma, fornisce alcuni spunti utili a tutti coloro che intendono intraprendere questa attività imprenditoriale.

Uno degli aspetti gestionali più importanti è, ad esempio, l’individuazione dei fornitori. Che si decida di rivolgersi ad un servizio catering ristorazione bar a Roma o a fornitori singoli, la parola chiave è ‘qualità’. Offrire ai propri clienti prodotti di qualità, preparati con buone materie prime, dovrebbe infatti rappresentare il punto fermo per ogni gestore di bar. Un elemento che può fare davvero la differenza e far fidelizzare i vostri clienti in un batter d’occhio, apportando di conseguenza grandi vantaggi alla vostra attività. Ma troppo spesso, la parola ‘qualità’ viene erroneamente associata al concetto di ‘dispendioso’, e quindi ‘poco conveniente per il gestore’.

“Nulla di più sbagliato” – dice Jin Meizhao – “come consulente per la gestione di bar e ristoranti a Roma, so che la cosa più importante, quella che dovrebbero mettersi in testa tutti gli imprenditori che lavorano nel campo della ristorazione e servizio bar, è piuttosto il ‘saper scegliere’. Questo significa che prima di contattare i fornitori, bisogna necessariamente informarsi. Domandarsi ad esempio ‘chi è che può fornirmi il caffé di buona qualità o i cornetti fragranti al miglior prezzo?’. E ponendosi queste semplici domande, iniziare a fare una scrematura dei fornitori”. Si, ma se si parte da zero?

“Se è la prima volta che si gestisce un bar – prosegue Jin Meizhao – non bisogna farsi scoraggiare dalle prime difficoltà. Inizialmente basta informarsi presso i colleghi che gestiscono attività di questo tipo, cercando di individuare una lista di fornitori di fiducia da contattare e verificare (hanno materie prime di qualità? hanno prezzi convenienti? sono seri ed affidabili?). Poi ci si può sempre rivolgere ad una figura come la mia: trovare il consulente della filiera di gestione bar e ristoranti a Roma più adatto alle proprie esigenze, può dare una grossa mano nel dare una spinta importante alla vostra attività”.

Come gestire un bar a Roma quindi? Con tanta passione e pazienza innanzitutto, ma soprattutto con la voglia di farsi aiutare e sostenere dai migliori professionisti del settore, soprattutto se si è alle prime armi.

Precedente Come Aprire un bar a Roma Successivo Bar Aperti h. 24 a Roma